L’Agricoltura 4.0: introduzione

L’Agricoltura 4.0: introduzione

L’Agricoltura 4.0: introduzione 2000 1300 Vincenzo Scotti

L’Agricoltura 4.0:

L’Agricoltura 4.0 riguarda l’utilizzo di diverse tecnologie per migliorare resa e sostenibilità delle coltivazioni, qualità produttiva e di trasformazione, nonché condizioni di lavoro. Ha un mercato in Italia di circa 100 milioni di euro, il 2,5% di quello globale.

La diffusione di queste soluzioni è ancora limitata. Molte piccole e medie imprese italiane si stanno attivando nella trasformazione digitale dell’agroalimentare, ma una forte spinta innovativa proviene dalle nuove imprese. Ciò grazie a 481 start-up internazionali Smart Agri-Food nate dal 2011 ad oggi, di cui 60, ben il 12%, italiane.

Le tecnologie dell’agricoltura di precisione e quelle dell’agricoltura interconnessa costituiscono l’Agricoltura 4.0 che consente di stabilire il fabbisogno irriguo e nutritivo delle coltivazioni. Inoltre prevenire patologie, identificare infestanti prima che si riproducano, compiere interventi mirati, risparmiare tempo e risorse, incidere sulla qualità dei prodotti, oltre a migliorare la resa delle coltivazioni e le condizioni di lavoro.

L’Agricoltura 4.0 in Italia:

L’adozione dell’agricoltura 4.0 in Italia incontra diversi ostacoli. Innanzitutto una barriera culturale nei confronti dell’innovazione e una limitata consapevolezza dei benefici. Inoltre anche una certa immaturità da parte degli attori dell’offerta, che solo oggi stanno offrendo soluzioni effettivamente in linea con i fabbisogni delle aziende, abituate a intrattenere relazioni con pochissime e consolidate aziende. C’è poi la ridotta dimensione media delle aziende agricole, con la difficoltà a investire e apprezzare i benefici delle tecnologie di precisione.

Più qualità – L’innovazione digitale consente oggi alle aziende agroalimentari italiane di migliorare la qualità su tutte le dimensioni del quadro alimentare. In particolare nel dare valore all’origine dei prodotti, sul processo produttivo garantito e nella sicurezza alimentare.

Migliore tracciabilità – Il digitale interviene in maniera sostanziale nella tracciabilità degli alimenti, riducendo i costi, aumentando i ricavi e rendendo più efficienti i processi. Il 36% delle aziende agroalimentari hanno riscontrato una riduzione dei tempi e dei costi legati ai processi di raccolta, gestione e trasmissione dei dati. Benefici a cui si aggiungono i vantaggi della disponibilità di dati e informazioni e la possibilità di trasferire valore lungo la filiera.

 

Ti Finanzio

Mea admodum quaestio ei, tota nemore postulant et mea. Nec eu quaeque sapientem, mel senserit theophrastus an. Has vero mundi voluptatibus ei, dicit mentitum te mel.

Bandi

Beneficiari
Settori di attività
Spese finanziarie
Tipi di agevolazione
Bandi

Chi siamo

Storia
Sedi
Partner
Mission
Contatti