E-commerce: introduzione

E-commerce: introduzione

E-commerce: introduzione 2000 1300 Vincenzo Scotti

E-commerce:

Si definisce e-commerce, letteralmente “commercio elettronico” un insieme di transazioni commerciali tra produttore (offerta) e consumatore (domanda), realizzate con l’utilizzo di computer e reti telematiche. Finalizzate allo scambio di informazioni che riguardano la vendita di beni e servizi.

La maggior parte delle volte si tratta della vendita di prodotti su Internet, là il termine e-Commerce si riferisce anche ai meccanismi d’acquisto via Internet. Il cliente che effettua i suoi acquisti su internet è detto Cyberconsumatore.

L’uso della rete elettronica, rivoluziona gli schemi del commercio tradizionale consentendo alle imprese di migliorare l’efficienza e la qualità dei propri servizi con una notevole riduzione dei costi. Questa evoluzione di tipo economico-aziendale, ha inizio nei primi anni ‘90 con la nascita del Business to Business (B2B).

Il commercio elettronico può essere in forma indiretta o diretta. Il commercio elettronico in forma indiretta abbina all’ordine e al pagamento elettronico dei prodotti acquistati la loro consegna all’acquirente tramite le vie tradizionali. Nel commercio elettronico in forma diretta si trattano e si concludono interamente gli affari in rete: l’ordine, il pagamento e la consegna di prodotti o servizi che
possono assumere un formato digitale avvengono online, ovvero sul pc di casa o dell’ufficio.

Gli acquisti online degli italiani su siti nazionali e internazionali:

Il primo settore è l’informatica ed elettronica di consumo con circa 4 miliardi di euro e un tasso di crescita del 28%. Gli acquisti  che riguardano l’abbigliamento (capi di vestiario, scarpe e accessori) crescono del 28% e raggiungono 2,5 miliardi di euro, non solo grazie al fashion ma anche ai mass market.

Tra i settori più in crescita, troviamo il food&grocery (+43%) l’arredamento e home living (+31%) con 900 milioni di euro ciascuno. Infine c’è l’editoria con 840 milioni di euro (+22%). Gli acquisti in tutti gli altri comparti di prodotto valgono insieme 3,2 miliardi di euro nel 2017, in crescita del 27% rispetto al 2016.

Gli acquisti nell’abbigliamento (capi di vestiario, scarpe e accessori) crescono del 28% e raggiungono 2,5 miliardi di euro, non solo grazie al fashion ma anche ai mass market. Ma il primo settore per vendite online rimane quello di informatica ed elettronica di consumo.

Ti Finanzio

Mea admodum quaestio ei, tota nemore postulant et mea. Nec eu quaeque sapientem, mel senserit theophrastus an. Has vero mundi voluptatibus ei, dicit mentitum te mel.

Bandi

Beneficiari
Settori di attività
Spese finanziarie
Tipi di agevolazione
Bandi

Chi siamo

Storia
Sedi
Partner
Mission
Contatti